consigli migliorare smart working

6 Consigli Utili per Migliorare il proprio Smart Working

A seguito delle norme di tutela comune emanate dallo stato per far fronte all’emergenza del Coronavirus, una grande fetta dei lavoratori ha avuto la necessità di adottare nuovi metodi per continuare la propria attività. In Italia, nonostante la realtà del lavoro a distanza non fosse particolarmente diffusa, si è fin da subito registrata un’enorme risposta da parte dei lavoratori. In questa maniera, lo Smart Working è diventato il cuore pulsante di un’economia che nonostante le enormi restrizioni, continua a restare in piedi.

Pur essendo le modalità di lavoro abbastanza diverse e uniche per ogni settore, abbiamo individuato una serie di consigli che possono tornare utili per migliorare le prestazioni di lavoro, adattando l’ambiente circostante alle esigenze lavorative richieste.

1. STABILIRE UNA ROUTINE DI ORARI

La vita lavorativa prima dell’emergenza era scandita da impegni che avevano un orario di inizio e uno di fine. Restando a casa il rischio maggiore è quello di perdere la cognizione del tempo, ritrovandosi presto fuori ritmo. E’ buona norma perciò impostare delle sveglie che ci ricordano quando iniziare e finire un’attività precisa.

2. MANTENERE DIVERSI CANALI DI COMUNICAZIONE

Non avendo più intorno colleghi o persone affini al proprio settore lavorativo, è necessario tenere aperti diversi canali per avere una comunicazione costante. Il consiglio infatti è quello di sfruttare Email e App di comunicazione istantanea (WhatsApp, Twitter, Telegram etc.) per aggiornarsi e tenere sempre alta la soglia dell’attenzione.

3. USARE GLI STRUMENTI ADEGUATI

Smartphone, Cuffie e Webcam sono gli oggetti principalmente usati tra i lavoratori che operano a distanza. Ma esistono anche diversi software di supporto al lavoro che nell’ultimo periodo sono stati rilasciati in maniera gratuita.

4. IMPORSI DEI LIMITI

Smart Working non significa lavorare h24. Nella fase di programmazione degli impegni giornalieri è necessario inserire un paio di ore di pausa per non cadere nella trappola dello stress. Molti Studi suggeriscono infatti che fare delle pause di 15 minuti ogni ora lavorativa aumenta di molto la produttività.

5. ORGANIZZARE GLI SPAZI

Oltre allo spazio fisico occupato durante l’attività lavorativa, è consigliato rendere pulito anche l’ambiente del proprio computer. Eseguire delle operazioni di Backup dati, cancellare i file duplicati e salvare periodicamente il lavoro svolto risulta essere una delle migliori strategie per performare al meglio.

6. OCCHIO ALLA BOLLETTA

Sfruttate principalmente la luce solare che oltre ad illuminare in modo naturale la vostra scrivania, vi aiuta a risparmiare soldi sulla bolletta alla fine del mese. Inoltre è buona norma non lasciare il proprio computer in Stanb-by.

 

In conclusione, adottando questi piccoli accorgimenti è possibile migliorare le proprie prestazioni lavorative, riuscendo a stare nell’ambiente più confortevole che abbiamo ovvero la nostra Casa.