reperti storici ai cittadini

Amsterdam restituisce ai suoi cittadini i frammenti storici della loro città

Innovativa proposta per far tornare alla luce alcuni preziosi Reperti Storici.

Avete mai pensato di adornare la parte preferita della vostra abitazione con qualche reperto storico, magari ancora in buone condizioni?

Da oggi fino al 31 Dicembre 2019, tutti gli abitanti di Amsterdam potranno effettuare una richiesta alquanto bizzarra e sicuramente unica nel suo genere.

Ad essi infatti è stata concessa l’opportunità di poter partecipare ad un concorso che mette in palio non beni di tipo economico, bensì reperti architettonici dal valore artistico ineguagliabile.

Da dove provengono questi reperti?

Durante il periodo dei programmi di ricostruzione dopo la fine della seconda guerra, a causa dei lavori di ristrutturazione sono stati lasciati sul suolo alcuni detriti di grande valore: si tratta di pezzi delle famose case dei canali, monumenti, colonne con numeri romani. Considerata l’elevata rarità, il Dipartimento di Architettura del comune di Amsterdam ha iniziato ad immagazzinare tali reperti, continuando con il tempo a far crescere il loro valore.

Chi li può richiedere?

Nel bando emanato dal comune non si fa distinzione tra cittadini, anche se potranno partecipare senza nessun tipo di disparità società pubbliche e private. La richiesta deve essere effettuata secondo le modalità descritte e presentata entro e non oltre il 31 Dicembre, mentre l’assegnazione finale avverrà nel corso del 2020.

I pezzi unici che verranno distribuiti, sono stati suddivisi in 6 diverse categorie in base all’ordine di rarità e bellezza artistica. Alcuni di essi sono accompagnati dai piani originali o da fotografie in bianco e nero che mostrano la bellezza di questi elementi nelle loro forme originali. Tra i reperti in offerta c’è anche l’antica facciata di una casa del canale situata nel numero 126 di Herengracht, denominata “t Moortje” per il suo aspetto arabeggiante.

Questa proposta comunale ha suscitato molto interesse da parte dei suoi cittadini, al punto che è stata considerata come un’ iniziativa che potrebbe portare ad un vero e proprio movimento artistico-culturale. Infatti sono sempre di più i reperti che vengono immagazzinati nei centri logistici di Musei e Gallerie D’Arte in tutto il mondo ma solo pochi di essi rivedranno la luce.

Grazie a questa proposta invece i cittadini avranno modo di tutelare e far rivivere nel presente frammenti di una storia passata, la quale potrà godere del suo compimento. Un semplice modo per avvicinare le persone e unire presente e passato, ancora una volta.