brexit mercato immobiliare

Brexit: futuro incerto per il Mercato Immobiliare Europeo

Quali sono le previsioni per il Mercato Immobiliare?

Da giorno 1 Febbraio 2020 il Regno Unito non è più un membro degli stati dell’Unione Europea. La data tanto attesa dai cittadini Britannici segna un momento di confine per l’Europa, dal momento che ad uscire, per la prima volta, è uno dei suoi stati più influenti. C’è però da riportare che al momento l’uscita è soltanto “ufficiosa” dato che è stato concesso per tutto il 2020 un periodo di transizione nel quale la Gran Bretagna, in quanto nuovo stato indipendente, si impegnerà a siglare i principali accordi con l’Europa stessa e con il resto del mondo. I comuni cittadini non subiranno particolari restrizioni tranne sul fronte lavorativo dove , come molte fonti riportano, verranno privilegiati i lavoratori altamente qualificati. Ma quali saranno le ripercussioni sul mondo del Real Estate dovute alla Brexit?

COME CAMBIANO GLI SCENARI DEL MERCATO IMMOBILIARE?

Secondo il parere di molti esperti del settore, che hanno espresso il loro giudizio in merito alla situazione attuale della Gran Bretagna, si andrà incontro ad un aumento di addirittura il 15,3% sui prezzi degli Immobili.

ll mercato nella zona centrale di Londra, dove i valori mediani si attestano appena sopra i 2,75 milioni di sterline, dovrebbe essere uno dei più performanti, ribaltando il trend degli ultimi 5 anni.  Si tratta però di dinamiche che seguono prettamente il ciclo di mercato, a prescindere dall’uscita dell’Unione da parte della Gran Bretagna. “A livello nazionale, – specifica Savills IM, – la Brexit continuerà a costituire un freno sui mercati nel breve termine, ma in una prospettiva più ampia Savills IM si aspetta che i prezzi cresceranno generalmente in linea con i redditi”.

Secondo Jon Neale, Head of UK Research & Strategy at JLL, il 2020 sarà un periodo di rilancio per il mercato immobiliare Britannico, fermo e in preda all’incertezza dal 2015. “E’ probabile un balzo nell’attività di leasing e nel mercato degli investimenti grazie ad un ritorno della fiducia nel business”- commenta Neale.

MERCATO RESIDENZIALE

Le restrizioni riguardanti i lavoratori avranno un forte impatto sopratutto nel Mercato Residenziale. Il capitale umano costituito da Immigrati è parte fondamentale dell’edilizia Britannica e, senza di esso, ci saranno ripercussioni sia sulle valutazioni dei nuovi fabbricati sia sui salari dei lavoratori stessi. Inoltre l’ingresso di figure altamente qualificate aumenterà lo stipendio medio, incrementando ulteriormente il prezzo complessivo degli Immobili. La conseguenza diretta porterebbe molti cittadini a valutare la possibilità di vivere in affitto. Secondo le stime infatti il mercato delle case in affitto sembra essere in forte crescita dopo un periodo di tracollo che dal 2016 segnava –15%. La ripresa più significativa arriva dal mercato delle case di lusso dato che le previsioni di Savills e Knight Frank fanno presagire un aumento dei prezzi a Londra dell’1% nel segmento prime e del 10,9% durante l’arco del nuovo decennio 2020 – 2030.