bonus per la casa

Ufficiale: Proroga del governo sui Bonus per la Casa

Governo conferma la proroga fino al 2020 dei Bonus per la Casa

Durante l’ultima settimana Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia e delle Finanze, ha confermato nella nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Nadef) nelle Commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato, i provvedimenti sui bonus per la casa anche per il prossimo anno.

Nei giorni precedenti, il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, aveva espresso la volontà di attuare, anche per il prossimo anno, le riforme sul bonus della casa:

“Ritengo necessario prorogare il pacchetto legato agli incentivi per le ristrutturazioni e quello per l’efficienza energetica, tema che mi sta particolarmente a cuore. Ricordo che grazie alle detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabili negli edifici esistenti dal 2007 a oggi si registrano oltre 39 miliardi di euro – di cui 3,3 solo nel 2018 – di investimenti per interventi di riqualificazione energetica, con un risparmio cumulato di circa 100 milioni di Megawattora (MWh). L’efficienza energetica rimane una delle leve più efficaci per ridurre i consumi e la spesa per l’energia di famiglie, imprese e PA e rappresenta, al contempo, una filiera industriale fortemente italiana in cui le innovazioni di prodotto e servizio fanno del nostro Paese un’eccellenza”.

La richiesta d’intervento indotta dal ministro dello Sviluppo Economico, è stata accolta pochi giorni dopo le sue dichiarazioni. L’ufficialità prevede la riconferma di almeno due degli aiuti economici sulla casa: si tratta del Bonus sulla Ristrutturazione e dell’Ecobonus.

Proroga Bonus Ristrutturazione fino al 31 Dicembre 2020:

La proroga del bonus ristrutturazione al 2020, prevede una detrazione per le ristrutturazioni edilizie nella misura del 50% con limite di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare fino al 31 dicembre del 2020.

L’agevolazione è rivolta ai contribuenti soggetti all’Irpef, residenti o meno nel territorio dello Stato Italiano, che sostengono le spese di ristrutturazione. Tra coloro a cui è rivolta tale proposta vi sono: i proprietari degli immobili oggetto dell’intervento; i titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili; gli inquilini; il familiare convivente con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (coniuge, componente dell’unione civile, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado); il convivente more uxorio (per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016).

Proroga Ecobonus fino al 31 Dicembre 2020:

Con la proroga dell’ecobonus al 2020, diventa possibile continuare ad usufruire della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici nella misura del 65% fino al 31 dicembre del 2020.

L’importo da detrarre dalle imposte può variare dal 50% al 85% della spesa in base alle caratteristiche del tipo di intervento e la detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo. L’agevolazione è rivolta a tutti i contribuenti, residenti e non residenti, che possiedono l’immobile oggetto di intervento.

Quali sono gli altri Bonus non ancora analizzati dal provvedimento per il 2020?

Sembra invece che siano rimasti fuori dai provvedimenti di governo per il 2020 il Bonus Verde e il Bonus Immobili ed Elettrodomestici, entrambi presenti nelle riforme dell’anno corrente. Il primo prevede una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per gli interventi di cura, ristrutturazione e irrigazione del verde privato mentre il secondo prevede una detrazione del 50%  per l’acquisto di Elettrodomestici di Classe A o A+ per un totale di 10.000 euro.