Interessante binomio: Valore agricolo – EXPO

Expo Milano 2015, il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione si relaziona anche con i concetti relativi al valore agricolo.

Come definisce Roberto Bandieri, agronomo e Coordinatore del progetto Expo 2015 dei RICS e della divisione Rural, l’EXPO potrebbe sottotitolarsi “la genesi del cibo”.

Infatti il tema del cibo è strettamente legato a quello dell’agricoltura, è da lì che ha origine, e prestare attenzione ai nuovi prodotti e alle nuove tecniche, può diventare un punto di partenza per un nuovo e sicuro investimento, in modo da rimettere in moto il mercato immobiliare.

Infatti giorno 15 Settembre si terrà un convegno nello spazio Eataly EXPO, per definire le linee guida ed i metodi di valutazione standard per i terreni agricoli.

Come diceva il mio professore di estimo, ai tempi del geometra, calcolare il valore di un terreno agricolo è molto più semplice avendo dei “listini” … ma esistono delle banche dati complete ed aggiornate?

In realtà si ha la INEA oggi CREA, ente pubblico che raccoglie dati dal 1947 e crea ogni anno la cosiddetta “banca dati dei valori fondiari” che permette di definire il valore dei terreni in base alla loro ubicazione e alle colture che si hanno.

In linea del tutto generale, si può dire che, negli ultimi anni, il valore dei terreni è rimasto costante poiché non sono dei beni soggetti a grandi variazioni di valore, infatti sono definiti “bene rifugio”. Proprio per questo motivo cresce l’interesse nell’investire nell’agricoltura, con i nuovi prodotti e colture sempre più attente e interessate al bio.

One comment

Pingbacks and Tracebacks

  • Lascia un commento